martedì 21 luglio 2015

Povia canta contro la legalizzazione!

Salve a tutti ragazzi, volete iniziare malissimo la vostra settimana? Bene, ascoltate con noi il nuovo singolo di quell'impareggiabile coglione cretino artista qualcosa di Povia! Il cantante 42enne milanese ha infatti rilasciato un video con la sua nuova canzone INEDITA, promettendo perfino di metterla nel nuovo album! -Bene, un motivo in più per non comprarlo!-


video
Nel video, Povia si presenta come un bimbominkia - non sono sicuro se per schernire i bimbiminkia o per fare coming out -, con un'improbabile camicia Hawaiana e un look che farebbe pensare che la sua idea riguardo alle droghe sia tutt'altra. - In effetti ha lo sguardo di uno che ha confuso il barattolo dello zucchero con quello della coca! -

Nella "canzone" dal titolo "Il mondo fuma" scopriamo, grazie agli illuminati versi dell'artista, il complotto dietro alle droghe che sono strumenti del potere per controllare tutti noi e propone, come soluzione alternativa, il ritorno alla Lira - ma che cazzo c'entra? Boh, io mi limito a riferire quello che ho sentito - e ci vengono illustrati gli effetti negativi della droga, che ti "impasta la bocca, ti fa biascicare e svenire". - O parlava delle sue canzoni? -

L'unico momento di lucidità dimostrato dal cantante è quando canta: "Io sono Povia e non sono nessuno... e tu mi puoi insultare nel modo in cui ti va". - Perfetto, comincio subito! Coglione! Quando la smetterai di assordare grandi e piccini con canzonacce su piccioni e persone che erano gay, ma che poi ritornano normali? -

Abbiamo già parlato della proposta di legge sulla legalizzazione e francamente mi sento di dire che questo coglione cretino artista -inserire definizione- ne abbia abusato e pesantemente... Forse, tutto sommato, non dovremmo legalizzarla, se può avere effetti così devastanti sulla psiche umana!
Aspettiamo tutti con impazienza il prossimo video nel quale annuncerà le sue nozze con Diprè!!

"Perché le droghe sono droghe, tutte!" Con questa citazione vi lascio e spero che non abbiate gridato troppi insulti verso lo schermo del vostro computer (lui non ha fatto nulla di male)!


Al Capellone e tutto lo staff di BreakinGnus non sono autori del video. Tutti i diritti sono riservati all'autore.

0 commenti:

Posta un commento